Highland Titles Sponsor Ufficiale del 1st Milan Highland Ball

Il Portavoce italiano di Highland Titles V. A. Carlo Cozzetto comunica l’avvenuta sottoscrizione del sodalizio per la sponsorizzazione del 1st Milan Highland Ball, organizzato dall’Associazione No Profit “The Milan Scottish Country Dancers” del Maestro John Murphy. L’evento, previsto in data 26 Maggio 2018 a partire dalle ore 18:30, si terrà presso le lussuose sale messe a disposizione dall’Hotel De La Ville in Monza con un aperitivo offerto ai partecipanti nel salone principale.

Il Maestro John Murphy è fondatore dell’Associazione The Milan Scottish Country Dancers e da 20 anni tiene corsi di Ballo Scozzese presso la Chiesa Anglicana All Saints di Via Solferino, 167 in Milano. I suoi ballerini hanno alle spalle una forte esperienza che, nel corso degli anni, durante eventi pubblici a tematica Scozzese e non, hanno potuto esibirsi in numerose manifestazioni organizzate in Italia e anche all’estero a Edimburgo, Blair Castle, St. Andrews e Londra. Il Maestro John Murphy ha organizzato il 1st Milan Highland Ball appositamente per portare in Italia gruppi di ballerini dall’estero per un confronto diretto con il proprio corpo di ballo e allo scopo di fare conoscere in Italia gli usi e i costumi scozzesi. 

L’evento, al quale i partecipanti sono tenuti ad indossare l’abito scuro o Kilt per gli uomini, l’abito lungo per le Signore, è un Galà appositamente organizzato presso l’Hotel De La Ville per l’eleganza e il lusso degli arredi che, ricordano molto i saloni da ballo di antichi castelli, risentendo anche per l’estrema vicinanza a Villa Reale in Monza. L’ambientazione donerà un tono di vera nobiltà all’evento come non se ne vede da tempo non solo in Milano ma in tutta la Lombardia.

Highland Titles, sponsorizzando l’evento del Maestro John Murphy, prosegue in Italia, con il suo intento di tutelare le due Riserve Naturali istituite nel corso degli ultimi 10 anni, raccogliendo fondi, come concesso dalla Legge Scozzese, vendendo lotti di Terreno Souvenir i fondi provenienti dalla vendita dei terreni souvenir vengono interamente destinati da Highland Titles Charity Trust for Scotland al mantenimento, rimboschimento e tutela della fauna selvatica e del patrimonio boschivo delle Highland Scozzesi; e nel corso della serata sarà presente per presentare ai partecipanti le proprie iniziative sul territorio italiano. 

Nel corso della serata Highland Titles farà omaggio a un fortunato, estratto a sorte nel corso di una riffa, di un appezzamento di terreno souvenir della Riserva di Glencoe Wood, a Duror, Appin allo scopo di ricordare che questo piccolo appezzamento di terreno è un Regalo Responsabile Ecologicamente per chi lo fa e, un Grande Regalo per chi lo riceve, in quanto accompagnato dal titolo di Proprietario Terriero Scozzese “Laird”, in inglese Lord e al femminile Lady, quindi un regalo goliardico ma di alta responsabilità ambientale. Ai partecipanti verrà offerta l’opportunità di comprare o regalare un terreno souvenir nel corso della serata o comodamente da casa loro tramite un apposito coupon da usare sul sito in lingua italiana www.highlandtitles.it .

Per prenotazioni (posti limitati) o accrediti stampa, oppure informazioni sui corsi di danza scozzese comunicare con il Maestro John Murphy al numero 348 0851930 oppure tramite email: j.murphy@buroservice.com

Per ulteriori informazioni contattare:
V. A. Carlo Cozzetto al n. 334 347 1634
oppure scrivere a info@highlandtitles.it

Cos’è un Terreno Souvenir?

L’acquisto di un appezzamento di terreno souvenir scozzese è un gesto popolare che viene fatto sia come regalo che come scelta personale da parte di coloro che si sentono vicini alla Scozia e vogliono un appezzamento di terreno come loro interesse personale.
Nel 1971, Sir Geoffrey Howe, allora Procuratore Generale per l’Inghilterra e il Galles, disse al parlamento britannicoche la vendita di appezzamenti di souvenir era indiscutibilmente una buona cosa. “Aiuta la bilancia dei pagamenti”, ha detto , “e rallegra i cuori dei nostri cugini continentali consentendo loro di ottenere un titolo di proprietà splendidamente medievale, che, senza dubbio, mostrano in qualche posto appropriato nelle loro case.”
Molte persone hanno dato sostegno a questa tesi anche se nessuno di loro è stato influente come come lo è stato Sir Geoffrey Howe.Nel 2002, Richard Haigh ha acquistato Clett Island per venderla a piedi quadrati a persone che desideravano possedere un pezzo di Scozia. All’epoca, la BBC riportò la notizia così: “Gli acquirenti ricevono un atto legale in stile celtico che dà loro ‘proprietà comune’ dell’isola, le istruzioni su come arrivarci e una stampa in formato A4 . Immaginate l’orgoglio e la soddisfazione di diventare proprietario di una vera isola scozzese. Questa è una vera opportunità per acquisire un regalo davvero unico e un pezzo di storia scozzese.
Il Ministro scozzese dell’Ambiente e dello sviluppo rurale, Ross Finnie MSP, ha parlato in termini positivi di queste vendite in una risposta scritta al Parlamento Scozzese il 10/01/2003. In primo luogo ha confermato che tali piccoli appezzamenti sarebbero stati considerati “appezzamenti di souvenir” e, secondo la legge scozzese “La sezione 4 (2) (b) sugli atti di Registrazione dei Fondi Terrieri della Scozia, del 1979, stabilisce che una domanda di registrazione al Registro Fondiario della Scozia non deve essere accettata, quando l’Atto di Proprietà si riferisce a un terreno dichiarato come souvenir, cioè un appezzamento di terra che, essendo di dimensioni insignificanti o prive di utilità pratica, per il quale è improbabile che venga reclamato, tranne che per ragioni sentimentali o per scopi commemorativi “.
Il Discorso proseguì confermando che i clienti avrebbero ottenuto la proprietà legale dei terreni come “un diritto di proprietà personale” ma che la registrazione delle aree non sarebbe stata possibile. Ha quindi concluso affermando che l’estensione della vendita di Appezzamenti di Terreni Souvenir era sconosciuta e che “Il Registro Fondiario Scozzese non è a conoscenza di alcun problema causato dalla loro vendita” Le vendite di terreni per souvenir continuano ad essere facili, popolari e piuttosto divertenti.
La legislazione pertinente è la legge sulla registrazione del territorio Scozzese del 2012 che non consente la registrazione nel Registro Fondiario dei lotti di terreni souvenir. Tuttavia, il fatto che un acquirente di un piccolo terreno souvenir non possa registrare il titolo di proprietà presso il Registro Fondiario, non significa che non si abbia alcun diritto di proprietà. Il Parlamento Scozzese, al momento di redigere la Legge, era pienamente consapevole del commercio di Terreni Souvenir e prevedeva, nella Legge stessa, che le persone ottenessero un diritto personale sulle proprietà souvenir senza intasare il Registro Fondiario Scozzese con l’obbligatorietà della registrazione di ogni vendita. Quindi, secondo la Legge, l’acquirente di una trama di souvenir può ottenere un diritto personale sul terreno in questione se tale terreno può essere identificato. L’identificazione dovrebbe sempre essere fatta con riferimento alla griglia unica di Ordnance Survey.
L’acquisto di un Terreno Souvenir crea una proprietà a scopo benefico; e questo è un “vero diritto” e non un “diritto immaginario”, è quindi un termine di trasferimento di proprietà che indica il diritto di proprietà opponibile a terzi e che può essere registrato nel Registro di Sasines o registrato nel Registro Fondiario della Scozia.Dato che questi appezzamenti di terra valgono normalmente poche decine o centinaia di sterline, piuttosto che decine o centinaia di migliaia di sterline, uno registro pubblico per la registrazione dei Terreni Souvenir non è pratico o necessario. Quindi, come Consumatore, i tuoi diritti sono registrati nell’atto di vendita fornito con la tua proprietà. La cosa importante da tenere a mente è la differenza tra il diritto reale e il diritto personale.
È vero che le persone riconoscono un qualsiasi pezzo di terra come una preziosa proprietà e che la Legge Scozzese ha sempre richiesto la registrazione della terra per creare il diritto reale.
Quindi, quando si acquista 1, 10, 100, 1000 piedi² di una Proprietà Terriera immensamente più grande, il Registro Fondiario riconosce come proprietario principale chi pone in vendita l’appezzamento da 1 , 10, 100, 1000 piedi². Potremo quindi reclamare la proprietà di 1, 10, 100, 1000 piedi² di terra solo nel caso che il Proprietario riconosciuto dal Registro Fondiario Scozzese ponesse in vendita tutta la proprietà, quindi solo in questo caso, potremo fare causa a chi mi ha venduto i 1, 10, 100, 1000 piedi², per reclamare la proprietà, questo anche se la vendita al nuovo proprietario troverebbe a tutti gli effetti efficacia legale. Il tuo diritto di proprietà verrebbe comunque rispettato e potrai, solo a questo punto, trasferirlo ad altri e venderlo. Pertanto, il fatto che non sia necessario registrare il titolo su un Terreno Souvenir è proporzionato e adeguato.
Ma non è, che non sia necessario, è che non puoi. Però hai una ragionevole aspettativa che la proprietà continui a rimanere la tua proprietà, per il tuo divertimento, e se qualcuno dovesse successivamente acquistare l’intera proprietà potresti ottenere un rimborso completo a seguito di denuncia alle autorità di Polizia che interverrebbero nei confronti di chi ti ha venduto il terreno souvenir.
In pratica, la maggior parte dei consumatori sono tutelati da questa protezione anche se a fronte di un pagamento esiguo. E, naturalmente, chiunque entri in possesso di un piccolo pezzo delle Highlands potrà definirsi “Laird”, che significa semplicemente “Proprietario Terriero”.In Scozia, e in ogni paese civilizzato, chiunque può, in base alle esigenze di buona fede, prendere il titolo che più gli piace, tra cui “Laird”, “Lord” o “Lady”. Non c’è bisogno nella Legge Scozzese per questo o una dichiarazione statutaria o altro. Per citare un recente articolo del Catasto Scozzese, “la proprietà del terreno porta con sé il diritto di usare il titolo di Laird, Lord o Lady”. Tuttavia, non puoi sarai mai ‘un pari’ semplicemente cambiando il titolo in Lord e non acquisirai il diritto, per esempio, di sedere nella Camera dei Lord. Non diventerai nobile. Il titolo descrittivo di “Laird” è semplicemente un titolo tradizionale applicato ai proprietari terrieri scozzesi e ai capi clan.Le opinioni di Lord Lyon, King of Arms sono molto chiare:

“Il termine ‘laird’ è stato generalmente applicato al proprietario di una proprietà, a volte dal proprietario stesso o, più comunemente, da coloro che vivono e lavorano nella tenuta.”

La vendita di terreno souvenir, benché popolare in Scozia, non è priva di avversari. In Inghilterra e nel Galles la vendita dei piccoli appezzamenti è stata vietata a seguito dell’utilizzo della vendita di tali appezzamenti, esempio per ritardare la costruzione di un’autostrada.
La Commissione di diritto scozzese si è recentemente consultata su un suggerimento secondo cui la disposizione della legge del 1979 riguardante i lotti di terreno souvenir dovrebbe essere abrogata, come è stato fatto in Inghilterra e Galles nel 2002. Ma la proposta è stata contrastata dalla Keeper e dalla Scottish Law Agents Society.
Nella sua relazione del 2010 sulla registrazione dei terreni, la Scottish Law Commission ha concluso che le disposizioni della legge del 1979 dovrebbero sussistere, con riserva di modifiche minori alla definizione di “trama di souvenir”.
Il parlamento scozzese sta modificando la legislazione del 1979 per attuare la relazione della commissione scozzese sul diritto, la registrazione del territorio ecc. (Scozia) Bill (il “disegno di legge”), modifica l’atto del 1979 inserendovi:
14 Nella sottosezione (1) (b), “terreno souvenir” indica un appezzamento di terreno che (a) è di dimensioni insignificanti e di nessuna utilità pratica, e (b) non è né- (i) una trama registrata, né (ii) una trama la cui proprietà è stata, in qualsiasi momento, separatamente costituita o trasferita da un documento registrato nel Registro di Sasines.
Pertanto, i proprietari di trame di souvenir esistenti sono protetti e la definizione diventa soggetta a un doppio test di dimensioni e utilità pratica, in contrasto con l’utilità minima o priva di utilità pratica. E ‘abbastanza chiaro che il Parlamento scozzese non ha intenzione di far deragliare questo prezioso e popolare metodo di proprietà della terra per tutti.
Il Vostro acquisto e il Vostro Titolo sono pertanto pienamente tutelati dalla Legge Scozzese in materia di Terreni Souvenir